Zum Inhalt springen
  • Informazioni importanti

    Gentile cliente, desidera utilizzare tutte le fantastiche caratteristiche e ricevere nuove ricette di Monsieur Cuisine connect?

    Allora Le raccomandiamo di scaricare ora il nostro ultimo aggiornamento del software. È necessario installarlo prima di usare la macchina per la prima volta. Consigliamo espressamente di eseguire un aggiornamento anche a tutti coloro che erano già nostri clienti. Qui troverà istruzioni dettagliate al riguardo.

  • Informazioni importanti

    A partire dal 22/11/2021, il sito web di Monsieur Cuisine e l'App di Monsieur Cuisine verranno messi a disposizione da Lidl Stiftung. Ulteriori informazioni.

31.03.2021

Cercare il pelo nell‘uovo

Das_Gelbe_vom_Ei_kleiner.jpg

A Pasqua le uova sono protagoniste

Che cosa c’entrano le uova di gallina con la Pasqua? Qual è l’origine di questa usanza?
Le ragioni sono due. La prima è che, nella cultura cristiana, l’uovo simboleggia la fertilità e la risurrezione di Gesù. Durante il Medioevo le uova venivano addirittura tinte di rosso per ricordare il sangue versato dal figlio di Dio. Il secondo motivo è che nel Medioevo non era permesso consumare carne e uova durante il periodo della Quaresima.
Le galline continuavano ovviamente a deporre le uova, che però non potevano essere mangiate, così venivano bollite per essere conservate più a lungo. Siccome durante la Quaresima si accumulavano tante uova sode, queste venivano poi portate in chiesa o dipinte per poi essere appese agli alberi e ai cespugli. Le uova deposte durante la Settimana Santa, cioè nei sette giorni immediatamente precedenti la Pasqua, erano considerate sacre. La domenica di Pasqua era infatti il giorno più importante dell’anno, e si potevano mangiare di nuovo uova e carne: ecco perché le uova venivano spesso bollite e consumate già a colazione.
L’usanza di colorare le uova insieme a tutta la famiglia è ancora molto diffusa, come pure quella di mangiarle poi a colazione la domenica di Pasqua.

Colorare le uova

Avete mai provato a colorare le uova di Pasqua con cavolo rosso, barbabietola o curcuma? Sono tanti gli alimenti che ci permettono di regalare alle uova tante sfumature variopinte, e non è necessario ricorrere ai coloranti chimici. Trovate una ricetta per colorare le uova in modo del tutto naturale anche nel vostro Monsieur Cuisine connect, nell’app o all’indirizzo www.monsieur-cuisine.com.
Per esempio, potete utilizzate la curcuma per ottenere uova dal colore giallo dorato.
Basterà far bollire 300 ml di acqua calda con due cucchiaini di curcuma in polvere per 5 minuti a velocità 2, a 100 ° C. Trasferite il liquido caldo in un sacchetto per congelatore, aggiungete un cucchiaio di aceto e le uova che volete colorare. Adesso versate nella caraffa un litro d’acqua e chiudete il sacchetto con un nodo, in modo che il liquido non possa fuoriuscire. Posizionate il sacchetto nel cestello vapore fondo e fate cuocere le uova al vapore.
Per consultare la ricetta completa e scoprire qualche idea in più per i colori, fate clic su questo link: https://www.monsieur-cuisine.com/it/ricette/dettaglio/colorare-le-uova-con-coloranti-naturali/.

La qualità è tutto

Secondo la FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l‘alimentazione e l‘agricoltura, la Cina, con oltre 22 milioni di tonnellate all’anno, è uno dei maggiori produttori di uova di gallina. Nel 2019, soltanto nei paesi dell’Unione Europea sono stati consumati in media 12 kg di uova pro capite. Francia e Spagna sono i maggiori produttori europei, seguiti da Germania, Italia e Paesi Bassi. .Rispetto alla produzione mondiale, l’Italia, con le sue oltre 700 000 tonnellate di uova prodotte, non si posiziona tra i primi dieci.

Non tutti hanno una gallina ovaiola in giardino oppure una fattoria vicino a casa dove poter andare a prendere le uova direttamente dal contadino. Ecco perché è importante riuscire a decifrare la sequenza di cifre stampata sulle uova che troviamo al supermercato. Visto che a Pasqua ne consumiamo tante, sarebbe meglio acquistare quelle che provengono da “galline felici”. ;-)
0-IT-1234567: ogni codice inizia con un numero che fornisce informazioni sulla tipologia di allevamento.
Di seguito una panoramica delle diverse tipologie:
0 = allevamento di tipo biologico
1 = allevamento all’aperto
2 = allevamento a terra
3 = allevamento a batteria o in gabbia
Più il numero è piccolo, maggiore è lo spazio che ogni gallina ha a propria disposizione nel pollaio, più può spostarsi all’esterno e più sostenibile per l’animale è la modalità di allevamento.
0-IT-1234567: il primo numero è seguito dal codice del paese da cui proviene l‘uovo. IT = Italia, DE = Germania, ecc. In questo modo possiamo assicurarci che l’uovo acquistato non abbia percorso lunghe distanze così da poter salvaguardare anche l’ambiente.: più breve è il tragitto e minori sono le emissioni di CO2.
0-IT-1234567: i numeri seguenti permettono di risalire all’azienda dalla quale proviene l’uovo che acquistato, e perfino il numero del pollaio dove viveva la gallina che l’ha prodotto.

Quanto si mantiene “un uovo del supermercato”?

Le differenze nella conservazione si vedono già al supermercato. Nei paesi europei non troveremo le uova nel banco frigo, bensì sugli scaffali vicino ai latticini o addirittura nel reparto frutta e verdura. Negli Stati Uniti, invece, si possono acquistare solo uova conservate in frigorifero, come mai? Il motivo è che le uova vengono lavate e dunque lo strato protettivo esterno potrebbe danneggiarsi. Se le uova non venissero conservate in frigorifero, i germi potrebbero penetrare all’interno. In Europa le uova vengono solo spazzolate per evitare di alterare lo strato protettivo naturale presente nel guscio. Se un uovo non viene lavato ma solo spazzolato, può essere conservato fuori dal frigo per 18 giorni dalla data in cui è stato deposto, dopodiché deve essere però conservato in frigorifero. È importante sapere che, una volta messo in frigorifero, un uovo deve rimanerci fino al momento in cui viene consumato. Non bisogna interrompere la catena del freddo, altrimenti potrebbe formarsi della condensa sul guscio dell’uovo che favorisce la penetrazione dei germi all’interno.
Spesso capita che ci dimentichiamo da quanto tempo abbiamo le uova in frigorifero. Esistono due modi per verificare le uova sono ancora buone. Possiamo semplicemente aprirle in una ciotola: se avranno il tipico odore di uova marce, allora saranno sicuramente avariate. :-)
Oppure, si può fare il test dell’acqua fredda: riempite un bicchiere con acqua fredda e tuffateci l’uovo.
Se galleggia sulla superficie dell’acqua vuol dire che è vecchio e va buttato. Se invece rimane sul fondo, l’uovo è ancora molto fresco; se sfiora soltanto il “fondo” del bicchiere e si alza leggermente, è vecchio di alcuni giorni, ma può essere ancora utilizzato.

Falsi miti da sfatare: le uova bianche non provengono da galline infelici

La credenza che le uova marroni siano più sane è del tutto sbagliata: il colore non è affatto indice che la gallina sia allevata in modo rispettoso del benessere degli animali. Il colore non rivela infatti con quali modalità vengono tenuti gli animali. L’unico responsabile del fatto che una gallina deponga un uovo di colore marrone o bianco è un gene. Le ghiandole delle galline che fanno le uova marroni formano pigmenti rossi e gialli, che possono quindi colorare il guscio in varie tonalità di marrone. Le galline che depongono uova bianche hanno un gene che impedisce la formazione di questi pigmenti colorati. Ecco la spiegazione del perché esistano uova dal guscio di colore diverso.
Detto questo, a voi la scelta delle uova da decorare per Pasqua! ;-)

Divertitevi a dipingere, a cucinare e a gustare deliziosi piatti a base di uova.

© © NGV mbH, Fotografia: TLC Fotostudio
Ciao! Questa è una ricetta CookingPilot.
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Colorare le uova con coloranti naturali
MC connect
1 pezzo
Minima
Pronto in: 1:45 Std.
Tempo di preparazione: 35 Min.
Colorare le uova con coloranti naturali
© © NGV mbH, Fotografia: TLC Fotostudio
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Ricetta di
Monsieur Cuisine
Omelette con asparagi verdi e aglio orsino
MC plus
4 porzioni
Minima
Pronto in: 0:30 Std.
Tempo di preparazione: 15 Min.
Omelette con asparagi verdi e aglio orsino
© © NGV mbH, Fotografia: TLC Fotostudio
Ciao! Questa è una ricetta CookingPilot.
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Torta marmorizzata con liquore all’uovo
MC connect
10 fette
Minima
Pronto in: 1:15 Std.
Tempo di preparazione: 20 Min.
Torta marmorizzata con liquore all’uovo
© © NGV mbH
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Ricetta di
Monsieur Cuisine
Uova in camicia con pane tostato e insalata
MC plus
4 porzioni
Minima
Pronto in: 0:26 Std.
Tempo di preparazione: 20 Min.
Uova in camicia con pane tostato e insalata