Zum Inhalt springen
28.08.2020

È arrivata la stagione… della barbabietola

AdobeStock_169598002-Rote_Bete_kleiner.jpg

La rapa miracolosa

Rossa scura, rotonda e terrosa: forse questo è il modo migliore per descrivere la barbabietola. Settembre è il periodo in cui, nei supermercati e nei negozi di frutta e verdura, si cominciano a trovare barbabietole fresche. A coloro che fino ad ora hanno visto e mangiato solo la versione in barattolo di vetro o quella sottovuoto, consigliamo di provare una barbabietola fresca. Questo tubero è particolarmente apprezzato nell’Europa del Nord e dell’Est. Grazie al suo bel colore rosso e all’intenso potere colorante, la barbabietola è un ingrediente importante anche nell’industria alimentare. La betanina, un pigmento naturale indicato anche con la sigla "E 162", conferisce a marmellate, succhi o dolci un colore rosso intenso.

La barbabietola:

1.… ha un effetto emopoietico.

2.… può abbassare la pressione sanguigna.

3.… aiuta il sistema immunitario.

4.… protegge le cellule dai radicali liberi.

5.… rallenta le infiammazioni.

6.… aumenta le prestazioni atletiche.

7.…può abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

8.… è bella da vedere. ;-)

9.… costa poco.

Semplicemente… salutare

Questo tipo di rapa può vantare nutrienti e proprietà in abbondanza. La betanina, sostanza in essa contenuta, è un colorante molto utilizzato nell’industria alimentare, che però ha buoni effetti anche sul sistema immunitario. Rafforza infatti le difese naturali dell’organismo, difende dai radicali liberi e protegge vasi sanguigni e cuore. La betaina, una sostanza vegetale derivata dalla betanina, rafforza le cellule del fegato e la cistifellea e aiuta anche a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. In virtù dell’elevato contenuto di nitrato alimentare, il consumo di barbabietola ha un effetto benefico anche sull’ipertensione. Già un’ora dopo aver mangiato la preziosa rapa rossa, la pressione sanguigna si abbassa notevolmente, con un effetto che si mantiene tale per quasi tutta la giornata. Il nitrato causa vasodilatazione, pertanto, durante gli sforzi fisici, c’è una riduzione nella richiesta di ossigeno nei muscoli, il che può significare un aumento delle prestazioni sportive: la barbabietola rossa potrebbe dunque essere considerata un dopante naturale. :-) Questo prezioso tubero non si limita, però, ad abbassare la pressione sanguigna: favorisce infatti anche la formazione del sangue, perché 200 grammi di barbabietola contengono 166 microgrammi di acido folico, il 40 % della dose giornaliera raccomandata, oltre a 1,8 milligrammi di ferro. La barbabietola è dunque una vera rapa miracolosa! Oltre ai numerosi vantaggi che gli importanti nutrienti in esso contenuti assicurano, questo tubero rosso è anche un utile alleato della linea: 100 grammi di barbabietola hanno appena 49 chilocalorie e 8,8 grammi di carboidrati.

Consigli per la preparazione

La barbabietola rossa fa sempre la sua figura, sia quando viene utilizzata per preparare uno smoothie, sia quando diventa l’ingrediente di un’insalata, di una zuppa o di verdure cotte al forno. Ha poche calorie, ma in compenso regala un po’ di colore a qualsiasi piatto. Si consiglia di abbinare sempre questo tubero ad alimenti contenenti vitamina C, per esempio succo di limone, questo perché il nitrato contenuto nella barbabietola potrebbe essere convertito in nitrosammina, una sostanza cancerogena. La vitamina C serve proprio a prevenire e a bloccarne la formazione!Prima di iniziare a maneggiare le barbabietole, vi consigliamo di indossare i guanti e poi di tagliarle sempre su una superficie facile da pulire, perché le macchie provocate dal colorante contenuto in questo tubero sono ostinate e difficili da eliminare. ;-) Per aggirare il problema, vi basterà cuocere le barbabietole prima di tagliarle, poi potrete maneggiarle come fossero patate lesse. Dopo averle cotte per circa 30 minuti in acqua bollente, passatele in acqua fredda, così sarà più facile sbucciarle e sminuzzarle senza che il colorante rosso rimanga attaccato a tutto.A proposito: le foglie della barbabietola, ricche di sostanze nutritive, possono essere preparate come le bietole o gli spinaci, e diventare così un delizioso contorno. Le foglie hanno anche il vantaggio di eliminare l’odore di aglio. 

Attenzione però: le barbabietole non vanno bene per tutti!

Purtroppo, la barbabietola, una verdura dalle innumerevoli proprietà, non è adatta a tutti. Chi soffre di gotta e di reumatismi, infatti, non tollera l’acido ossalico presente in questo meraviglioso tubero. Da evitare, in questo caso, sono soprattutto le foglie, perché ne contengono una quantità maggiore rispetto al tubero stesso. L’acido ossalico lega il calcio, compromettendone l’assorbimento, e rendendo il minerale insolubile per l’intestino. La cottura fa diminuire però la quantità di acido ossalico. Le barbabietole crude dovrebbero dunque essere consumate con moderazione, magari in insalata o in uno smoothie.

Altri consigli importanti:

  • Le barbabietole fresche sono reperibili nei supermercati e nei negozi di prodotti biologici a partire da settembre.
  • Scegliete barbabietole sode al tatto e con la buccia integra.
  • Gli esemplari più grandi potrebbero essere legnosi. Meglio scegliere quelle piccole, poiché più tenere!
  • La barbabietola fresca e non trattata si mantiene in frigorifero o in un luogo fresco per un massimo di due settimane 
© NGV mbH, Fotografia: TLC Fotostudio
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Ricetta di
Monsieur Cuisine
Frittelle di barbabietole e carote con ricotta alle erbe
MC plus
4 porzioni
Media
Pronto in: 0:45 Std.
Tempo di preparazione: 20 Min.
Frittelle di barbabietole e carote con ricotta alle erbe
© NGV mbH, foto: TLC Fotostudio
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Ricetta di
Monsieur Cuisine
Insalata di mele e finocchi su barbabietola rossa
MC plus
4 porzioni
Minima
Pronto in: 0:10 Std.
Tempo di preparazione: 10 Min.
Insalata di mele e finocchi su barbabietola rossa
© NGV mbH, Fotografia: TLC Fotostudio
Ciao! Questa è una ricetta CookingPilot.
Salva la ricetta tra i Preferiti.
Ricetta di
Monsieur Cuisine
Zuppa di barbabietole al cren
MC connect
4 porzioni
Minima
Pronto in: 0:38 Std.
Tempo di preparazione: 10 Min.
Zuppa di barbabietole al cren